Home :: Eventi
Stratificazioni
Si rafforza la rete del sistema museale del Valdarno: on line il nuovo portale www.museidelvaldarno.it , con collegamento ai canali youtube e facebook

Da aprile a giugno "Stratificazioni": conferenze, mostre, itinerari alla scoperta del Valdarno

Dalle terre di nuova fondazione alla contemporaneità. Inaugurazione sabato 13 aprile con l'incontro "San Giovanni in Altura e i centri di nuova fondazione dell 'Italia medievale" con Paolo Pirillo, curatore dell'iniziativa.

Un ciclo di conferenze, mostre e itinerari alla scoperta del Valdarno e della sua storia: sono alcune delle azioni ed attività previste dal progetto locale del sistema museale del Valdarno Stratificazioni - Il valdarno dalle terre di nuova fondazione alla contemporaneità. Le iniziative si terranno da sabato 13 aprile al 16 giugno nei comuni del sistema museale del Valdarno (Bucine, Castelfranco di Sopra, Cavriglia, Loro Ciuffenna, Montevarchi, Pian di Scò, San Giovanni Valdarno, Terranuova Bracciolini), e a Figline Valdarno.
 
Grazie al contributo della Regione Toscana e con il coordinamento tecnico-scientifico di Cooperativa Archeologia, le iniziative sono pensate per far conoscere ai giovani, agli abitanti e ai turisti il patrimonio architettonico, storico-artistico, paesaggistico e artigianale del territorio. Un progetto di promozione culturale, sostenuto dagli enti locali e dalle istituzioni culturali del territorio, che permette di valorizzare un formidabile patrimonio, costituito da pievi, castelli, e musei disseminati nello stupendo paesaggio del Valdarno.
 
Le attività proposte, sei mostre documentarie, attività didattiche per le scuole del territorio e un ciclo di conferenze, a cura di Paolo Pirillo - Dipartimento di Storia Culture Civiltà (Università di Bologna) - Centro Internazionale di Studi sugli Insediamenti Medievali, CISIM (Cherasco), saranno ospitate nei comuni di Bucine, Castelfranco di Sopra, Figline Valdarno, Montevarchi, San Giovanni Valdarno e Terranuova Bracciolini. Saranno incentrate sul fenomeno delle terre di nuova fondazione in Valdarno e indagheranno le caratteristiche storiche di ognuna delle terre nuove coinvolte, dalla loro nascita nell'Italia medievale alla contemporaneità. Tra le attività promosse per l'occasione, anche una una giornata di studi, a San Giovanni Valdarno, comune capofila del Sistema Museale del Valdarno, in Palazzo d'Arnolfo, sede del nuovo Museo delle Terre Nuove, a cura di Alick M. McLean e Richard Ingersoll della Syracuse University di Firenze, che propone una riflessione sul rapporto tra la città nuova storica e la città contemporanea (mercoledì 17 aprile dalle ore 13.30 alle ore 18, alle ore 15 le relazioni e la tavola rotonda aperta al pubblico).
 
Alle attività già elencate si aggiunge una proposta di itinerari, pensati in maniera flessibile, da esplorare anche autonomamente, alla scoperta delle bellezze del territorio. Due le tipologie scelte: il primo, Itinerari nei paesaggi del valdarno medievale - tra pievi, castelli e terre nuove, consente di ripercorrere il filo conduttore di una storia plurisecolare che, nel corso dell'età medievale, trasformò tutta questa valle da area di poteri diffusi a parte di uno Stato regionale come quello costruito da Firenze; il secondo, Valdarno come terra di lavoro - manifatture, industria e attività estrattive, mostra la storia di un'altra trasformazione profonda e strutturale che avrebbe portato il Valdarno alle soglie della civiltà contemporanea.
 
36 pannelli espositivi saranno posizionati da sabato 20 aprile (ad esclusione di Figline, la cui inaugurazione sarà il 1 giugno) nei punti di interesse storico dei sei comuni: Chiesa S.Apollinare a Bucine, Badia S. Salvatore a Castelfranco di Sopra, Chiostro di Cennano a Montevarchi, Palazzo D'Arnolfo a San Giovanni Valdarno, Palazzo Concini a Terranuova Bracciolini, Palazzo Pretorio Comunale a Figline Valdarno. In essi sarà indicata la storia della nascita dei centri e il loro sviluppo nell'Italia medievale.
Parallelamente, da sabato 13 aprile con l'incontro San Giovanni in Altura e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale (ore 17 presso Palazzo d'Arnolfo a San Giovanni Valdarno), si inaugurerà - negli stessi luoghi delle mostre- il ciclo di conferenze a cura di Paolo Pirillo. Dice Pirillo: "La decisione da parte di Firenze di fondare o, in un caso, rifondare alcuni centri abitati nel Valdarno superiore alla fine del XIII secolo, innescò un mutamento degli equilibri politici, demografici, economici e sociali di tutta l'area. La vicenda delle Terre Nuove fiorentine si inscrive, quindi, in un fenomeno che aveva interessato da tempo l'Europa e l'Italia medievale".
Il programma degli incontri prosegue il 20 aprile a Bucine con Giglio fiorentino e le nuove fondazioni non realizzate, il 27 aprile a Montevarchi con Montevarchi, la rifondazione di un abitato. Prove tecniche di pianificazione, il 4 maggio a Castelfranco di Sopra con Castelfranco di Sopra e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale, l'11 maggio a Terranuova Bracciolini con Terra Santa Maria e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale, e si chiude il 1 giugno a Figline Valdarno con Tartigliese: il fallimento di un centro fondato (in collaborazione con Fabrizio Fiaschi).

Per rafforzare la rete del sistema museale del Valdarno, da oggi on line, all'indirizzo http://www.museidelvaldarno.it/, il nuovo portale web del Sistema Museale del Valdarno. È un innovativo canale di promozione e diffusione delle attività museali e del territorio che ha l'obiettivo di facilitare la fruizione del patrimonio culturale custodito. Nuova grafica, maggiore usabilità, soluzioni più attente alle necessità del visitatore, 'layout responsive', in grado di adattarsi a tutti i dispositivi (desktop, tablet, smartphone), georeferenziazione, con mappe che indicano il luogo di interesse: queste le caratteristiche principali del nuovo portale, che è stato creato con una attenzione particolare alla condivisione sulle piattaforme social (facebook, youtube). I musei, le mostre e le iniziative in corso ottengono così maggiore visibilità grazie alla nuova impostazione grafica, agli slideshow e al largo utilizzo di immagini. Previsto, nelle prossime settimane, l'inserimento di nuove sezioni e nuove funzionalità che miglioreranno ulteriormente la 'user experience' del portale. Tra le sezioni, oltre gli itinerari, le mostre in corso e i musei, molti contenuti multimediali (video) e la sezione Valdarno per i ragazzi, con la possibilità di scaricare in pdf i quaderni didattici dei musei del Valdarno Superiore.
 
Itinerari nei paesaggi del valdarno medievale
Lontano da Firenze, da Arezzo, da Siena e dal Casentino, questa parte del Valdarno di Sopra, per molti secoli dell'età medievale e prima del compiersi definitivo della 'conquista' fiorentina, rappresentò un terreno di incontro ma anche di contesa per signori, vescovi e comunità che ambivano al controllo della valle e delle sue risorse. Dopo l'anno Mille, la crescente presenza di popolazione si tradusse anche qui nella moltiplicazione dei luoghi di culto e delle strutture con cui piccoli e grandi signori intendevano esercitare il proprio dominio sulla terra e sugli uomini. Così, la rete dei castelli andò intrecciandosi con quella sempre più fitta di pievi e di chiese parrocchiali strutturando il paesaggio e gli equilibri dell'intera area. Un assetto su cui incise profondamente l'espansione del Comune fiorentino che, dalla metà del XIII secolo, tentò di imporre la sua egemonia territoriale attirando la popolazione sul fondo della valle. A tale scopo vennero ridisegnati o rifondati dei centri preesistenti, come Figline o Montevarchi, e quando non ve n'erano, Firenze li fece edificare ex novo dando vita a Terranuova, San Giovanni, Castelfranco, le Terre Nuove giunte fino ai nostri giorni fondate insieme a quella che scomparve (Tartigliese presso Figline) o a Giglio Fiorentino in Valdambra che non venne mai costruita.
Il Valdarno come terra di lavoro

Alla fine dell'Età moderna i centri principali del Valdarno superiore conoscevano un discreto sviluppo. Anche sul piano demografico, gli abitati e i territori dipendenti conobbero una crescita che, in quasi tutti i casi, portò la loro popolazione a raddoppiare tra la metà del XVI secolo e la fine dell'Ottocento. Questo, tra gli altri fattori, costituì un indubbio punto di appoggio per il consolidarsi di un processo di industrializzazione che si diversificò tra le attività manifatturiere come la produzione di cappelli di Montevarchi, le vetrerie e le ferriere di San Giovanni (che avevano visto come direttore un personaggio del calibro di Vilfredo Pareto) e il cotto di Terranuova che riprendeva una tradizione plurisecolare. Accanto a questo, il forte impulso allo sfruttamento delle risorse naturali avrebbe dato avvìo alle miniere di Castelnuovo dei Sabbioni e di Santa Barbara. Il consolidarsi di una borghesia locale fece poi importare nel
Valdarno delle innovazioni stilistiche in campo edilizio che si concretizzarono in tutta una serie di costruzioni in stile Liberty.
 
 
MOSTRE - STRATIFICAZIONI

BUCINE
Dal 20 al 28 Aprile
Sala Parrocchiale Bucine c/o Chiesa S.Apollinare,
Via Niccolò Angeli 2 - Bucine

CASTELFRANCO DI SOPRA
Dal 20 Aprile al 5 Maggio
Badia San Salvatore
Via Soffena - Castelfranco di Sopra

MONTEVARCHI
Dal 20 Aprile al 5 Maggio
Chiostro di Cennano
Via Poggio Bracciolini - Montevarchi

SAN GIOVANNI VALDARNO
Dal 20 Aprile al 5 Maggio
Palazzo d'Arnolfo
Piazza Cavour 1 - San Giovanni Valdarno

TERRANUOVA BRACCIOLINI
Dal 20 Aprile al 12 Maggio
Palazzo Concini
Via Concino Concini 41/d - Terranuova Bracciolini

FIGLINE VALDARNO
Dal 1° Giugno al 16 Giugno
Palazzo Pretorio Comunale
Piazza S. Francesco 16 - Figline Valdarno
 
 


CONFERENZE A CURA DI PAOLO PIRILLO

SAN GIOVANNI VALDARNO
Sabato 13 Aprile - ore 17,00
San Giovanni in Altura e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale
Palazzo d'Arnolfo, Piazza Cavour 1 - San Giovanni Valdarno

BUCINE
Sabato 20 Aprile - ore 17,00
Giglio Fiorentino e le nuove fondazioni non realizzate
Sala Parrocchiale c/o Chiesa S.Apollinare, Via Niccolò Angeli 2 - Bucine

MONTEVARCHI
Sabato 27 Aprile - ore 17,00
Montevarchi, la rifondazione di un abitato. Prove tecniche di pianificazione
Auditorium Comunale, Via Marzia 93 - Montevarchi

CASTELFRANCO DI SOPRA
Sabato 4 Maggio - ore 17,00
Castelfranco di Sopra e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale
Chiesa S.Salvatore, Badia a Soffena, Via Soffena - Castelfranco di Sopra

TERRANUOVA BRACCIOLINI
Sabato 11 Maggio - ore 17,00
Terra Santa Maria e i centri di nuova fondazione dell'Italia medievale
Palazzo Concini, Via Concino Concini 41/d - Terranuova Bracciolini

FIGLINE VALDARNO
Sabato 1° Giugno - ore 17,00
Tartigliese: il fallimento di un centro fondato
Palazzo Pretorio Comunale, Piazza San Francesco 16 - Figline Valdarno


GIORNATA DI STUDI

SAN GIOVANNI VALDARNO
Mercoledì 17 Aprile 2013
Dalle 13,30 alle 18,00/ Alle 15,00 tavola rotonda aperta al pubblico
La città contemporanea - Passato, presente e fu turo
a cura di Alick M. McLean e Richard Ingersoll - Syracuse University di Firenze
Palazzo d'Arnolfo, Piazza Cavour 1 - San Giovanni Valdarno (Ar)

 
 
Cerca nel sito

Anno precedente Mese precedente Luglio 2019 Mese successivo Anno successivo
Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
 1  2  3  4  5  6  7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Data ultimo aggiornamento: 25/01/2019
Versione 2.0  ( AFC 2007.01 )
Valid XHTML 1.0 Strict  Level Double-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0